Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 maggio 2010 2 04 /05 /maggio /2010 12:55

glera eurospin

Credo che molti avranno sentito parlare dello strano caso del Glera Prosecco in vendita ad euro 1,39 a bottiglia presso i supermercati Eurospin, se non ne siete ancora a conoscenza e/o non avete ancora avuto modo di apprendere la notizia potete leggere questo bel post scritto da Angelo Peretti su internetgourmet.it
Non voglio entrare in merito all'argomento fine a se stesso: il Glera Prosecco Vino frizzante Veneto IGT è un vino che legalmente si può fare (basta usare un taglio di Prosecco IGT 2008 con del Glera 2009), neanche contesto chi vuole vendere una bottiglia di vino (sarà vino almeno?) ad euro 1,39 al pubblico, che significa euro 1,14 al netto di IVA....(al limito penso a chi lo compera e mi metto le mani nei capelli), io voglio scrivere di chi produce questo vino (produrre è termine perfetto in questo caso...) con quali furbizie nei confronti del consumatore e parlare di un retroscena che non da certo lustro alla categoria dei degustatori.
Iniziamo dalla bottiglia (che per altro si presente pure bene) di Glera Prosecco (sic), nella retro etichetta vi si legge "Distribuito da Tenimenti di Veglia SrL-Conegliano - Italia.
Perfetto, quale garanzia migliore vi può essere per l'acquirente del comperare un Prosecco che viene da Conegliano? Peccato che sotto vi sia scritto "Imbottigliato da 1207/VR/IT", e qui entriamo in situazione da furbetti del quartierino: il Glera Prosecco viene in realtà imbottigliato n Cazzano di Tramigna. provincia di Verona (zona che sta al Prosecco come il Nerello Mescalese sta a Francoforte) dall'azienda Contri, perchè 1207/VR/IT è il loro codice produttore.
Ma allora che centra la Tenimenti di Veglia? Con un così bel nome sarà un'azienda adagiata sulle dolci colline di Conegliano che produce uva che fa vinificare da terzi, giusto?
Bene, entriamo nel sito della Camera di Commercio di Treviso e digitiamo Tenimenti di Veglia srl, vi compare la seguente scritta: Tenimenti di Veglia S.R.L. Sede legale Via F. GERA 18 - CONEGLIANO (TV) - 31015 Attività acquisto, lavorazione e commercializzazione all'ingrosso di prodotti vinicoli. (link), e visto che a me piace vedere le cose sino in fondo digitiamo su Google maps l'indirizzo indicato...
Siamo forse nel cuore delle colline di Conegliano? Per nulla...
Allora siamo nella zona delle cantine più "commerciali"? Affatto... essere in via Francesco Gera 18, significa trovarsi a 150 metri dall'ospedale di Conegliano, presso un Centro Contabile e Studio di Consulenza del lavoro! (quasi certamente non al piano terra..., vedi link)
Ma che bello scoprire che la nostra srl di commercializzazione ha ubicazione presso uno studio, bellissimo sapere che riusciamo a prendere per i fondelli l'acquirente che sicuramente non per piacere del palato ma per ristrettezze economiche compera questo vino/specchietto per allodole!
Da vergognarsi...
E già che ci si deve vergognare che dire ai selezionatori del Concorso Internazionale del Vinitaly? (quel pseudo concorso di cui vi avevo parlato male -per fortuna- non più di due settimane addietro)
Sapete che se digitate la solita frase tenimenti ecc. ecc. preceduta dalla parola Glera Prosecco, vi appare nientemeno che l'elenco del concorso internazionale del Vinitaly, perchè questo autentico succedaneo di Prosecco (altro non è...) ha addirittura preso la Gran Menzione nella categoria vini frizzanti!   
Consiglio: non fatelo bere ad uno di Conegliano abituato al vero Prosecco, perchè rischiereste di essere presi a male parole!
 
AC

Condividi post

Repost 0
Published by Circolo dei Saggi Bevitori - in Novità nel mondo vino
scrivi un commento

commenti

ivano gentili 04/05/2012 14:40

E quanti ce ne sono di pseudo aziende agrigole del genere. Purtroppo mettere nel mercato tali prodotti vanifica ed offende il lavoro dei veri viticoltori e vinificatore

Alessandro Carlassare 11/02/2011 13:54


Buongiorno Domenico, buongiorno Mauro.
Purtroppo non esiste un sito o un registro di pubblica consultazione ove siano scritti i riferimenti dei codici di imbottigliamento. Sarebbe una pratica comoda ed utile.
Mauro, lei scrive una cosa giustissima, ma come ho risposto poco fa (ad Aled) sono le pieghe della legge (come in tutto nel nostro paese) che permette a qualcuno di teneri certi comportamenti.
Sed lex dura lex dicevano gli antichi Romani, ma era altro popolo rispetto a quello odierno.
Grazie per i commenti.


Alessandro Carlassare 11/02/2011 13:47


Buongiorno AleD, chiedo scusa ma ho visto solo oggi il suo commento.
Per come la pone lei sembra una questione superficiale, ma così non è...
Se io domani costruisco un'auto veloce e comoda questo non mi da il diritto di chiamarla Ferrari modello Alessandro Carlassare.
Esistono regole e disciplinari a cui attenersi, e questo vino (da come sembra) vi rientra solo grazie alla soggettiva interpretazione.
Ma se l'Italia è il paese che ci ritroviamo questo lo si deve proprio a tale disinvoltura....
Per altro se fosse stato un vino ottimo dal corretto rapporto prezzo-qualità sarebbero serviti tutti i sotterfugi che elenco nel post? Assolutamente no!


Mauro 10/31/2011 09:25


Sono da Conegliano, certo che leggere notizie di questo genere fa rizzare i capelli. Non tanto per chi commercializza tale vino (?) ma per chi permette di farlo.


domenico 10/26/2011 14:28


in quella catena di casi simili ce ne sono tantissimi altri: hai notato il vermentino sardo a 1,99 oppure il gewurztraminer a 2,49?? purtroppo mi sa che l'imbottigliatore è sempre lo stesso. a
proposito c'è un sito che ti permette di conoscere chi c'è dietro quella sigla: ICQ.....??


Home

DISCLAIMER

Questo blog non è, ne vuole essere, una testata giornalistica: viene aggiornato mantenendo una periodicità quasi quotidiana, a pura discrezione di chi lo scrive, pertanto non può essere considerato prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2010.

Le immagini e le fotografie a corredo dei post sono state eseguite da chi le pubblica, oppure raccolte in rete.
L'eventuale pubblicazione di immagini coperte da copyright è avvenuta senza intenzionalità. Esse verranno immediatamente rimosse a seguito di semplice richiesta tramite e.mail all'indirizzo alessandrosb@libero.it

PROFILO DEL BLOG

Questo blog nasce il 30 gennaio 2009 come strumento di comunicazione e di confronto tra i soci del Circolo dei Saggi Bevitori (vedi sotto).
La sua evoluzione lo ha portato sempre più ad abbandonare tale compito per divenire un punto di osservazione rivolto non tanto, o non solo, al vino, quanto al mondo ad esso collegato. 
Dal 1° gennaio 2012 il blog vive di completa vita propria ed è l'espressione del pensiero sul vino, e del mondo ad esso correlato, dell'autore. 

Archivi

E DI CHI LO SCRIVE

Se è vero che dietro ad ogni bottiglia di vino c'è un uomo, decisamente io sono davanti a tale bottiglia: infatti non ho nessun interesse economico, diretto o indiretto, con il mondo produttivo del vino ne con la parte di commercializzazione o vendita, pertanto nessuna mia opinione può essere influenzata da tale aspetto. 
Sono nato nel giugno del 1967 ai piedi del Monte Grappa, e vivo il vino come elemento parallelo alla mia vita: per questo amo parlarne.
Non cerco filtri o alibi: firmo ogni mio intervento e sono sempre raggiungibile all'indirizzo mail alessandrosb@libero.it

IL CIRCOLO DEI SAGGI BEVITORI

colori-bis2.gif

Il Circolo dei Saggi Bevitori è un'associazione enoculturale no profit che si prefigge di promuovere ed educare all'arte del bere bene. I Saggi Bevitori sono persone che amano condividere questa gioia, ed il Circolo è aperto ad ogni persona che voglia approfondire le proprie conoscenze oppure trasmetterle.

Per maggiori informazioni visita il sito digitando qui oppure scrivi a info@saggibevitori.it 

Sede operativa: C\O Asolo Golf Club 
La sede operativa è situata presso l'Asolo Golf Club, in Via Dei Borghi n°1 - 31034 Cavaso del Tomba (TV)